3.9.10

Donne offese dal beduino libico ?

Non basta un foulard in testa per restituire la dignità, nè basta, venire esibite a centinaia, insieme ai cavalli (un tempo erano scambiate coi cammelli, ma poco cambia), naturalmente scelte in agenzia, tutte belle, tutte perfette, dal garretto alla dentatura (proprio come si fà nell'acquisto degli equini). A Roma nei giorni scorsi, per la 4° volta è sbarcato il circo, con tanto di tendone portato dal nomade Gheddafi, che di suo ci ha messo anche i quadrupedi di razza, mentre le ragazzotte le ha prese a noleggio nelle nostre scuderie, prodotto italiano, slow food raffinato, carne giovane e tenera di femmina nostrana. Un harem all'antica, come ai tempi dei sultani delle fiabe, che arrivavano dal favoloso Oriente con donne velate e forzieri colmi di gioielli. Soltanto che qui il forziere è giunto vuoto: «Riempitemelo con 5 miliardi, o l'Europa sarà presto africana». Minaccia, il nomade tenso-strutturato, ormai parecchio sciupato e con i ricci dipinti di un nero che stinge, ma ancora nostalgico dei tempi in cui cannoneggiava Lampedusa per far tremare l'Italia. Eppure un suo misterioso fascino deve pure conservarlo se, manco a dirlo, alcune delle duecento scritturate per l'ultima adunata si sono già convertite all'islam, le più belle e le più bionde: resteranno - dicono - al fianco del ricco colonnello e del Profeta di Allah (tanto di cappello al predicatore, gli è bastata un'occhiata e un Corano in regalo per fulminarle sulla via di TripoIi prima ancora che lo leggessero), le altre ci penseranno. Intanto il raìs è partito e loro rientrano docili nelle stalle dell'agenzia per hostess/modelle/accompagnatrici: via il velo e pronto il bikini, dipende da chi sarà il prossimo a richiederne i servigi. «Noi vi trattiamo meglio e vi rispettiamo di più di quanto non facciano in casa vostra», ha spiegato loro Gheddafi (che per garantirsi quella platea di attente scolarette le ha semplicemente pagate, contento lui) e, visto che glielo abbiamo concesso senza battere ciglio, non ha tutti i torti: ve lo vedete voi un qualsiasi Paese islamico concedere duecento delle sue floride ragazze in costumi occidentali (minigonna? tailleur?) a un leader straniero armato di Vangelo e in vena di conversioni? Ma la colpa è nostra. «Ho imparato tante cose», squittiva alla tivù una di loro, «prima avevo troppi preconcetti», ammetteva contrita, senza chiedersi come mai quel branco da ammaestrare fosse formato, curiosamente, di sole donne. «Gesù morto in croce? Ma non scherziamo», ha insegnato loro il colonnello, e le giovani italiane sono uscite dall'incontro con un nuovo pendaglio d'oro al collo, diverso dalla croce che più d'una aveva all'entrata. D'altra parte a un «sultano» seppure beduino non si dice di no, non sarà un calciatore ma un pizzico di notorietà ci può sempre scappare: qualcuna avrà sognato un futuro brillante, qualcun'altra un brillante e basta, e in fondo qualcosa ha ricavato (se non altro i 100 euro d'ingaggio). Ma tutti noi italiani, e tutte noi, ci abbiamo perso. La dignità. Non chiediamo che alla prossima visita della Merkel si espongano centinaia di machissimi maschi nostrani (più che una par condicio sarebbe una pari sconcezza). Sarebbe bello, però, sentire l'indignazione di un ministro per le Pari Opportunità. Che in Italia è sempre una donna, chissà poi perché.


11 commenti:

  1. A Silvio non jè nè pò fragà de meno, molto semplice...noi abbiamo bisogno del petrolio, Gheddafi ce lo dà e si può permettere tutto il resto... Berlusconi che è più FURBO che SANTO nel mezzo si fa gli affari suoi.
    Facile no?

    RispondiElimina
  2. Adesso il berlusca dovrebbe andare il Libia e comunicare che ha intenzione di far costruire, a sue spese, 100 nuove chiese e vedere l'effetto che fà... Solo in Italia si vedono questi teatrini della vergogna. La politica di destra o di sinistra ormai è alla frutta ed è semplicemente vergognosa... questi teatrini stanno dando ragione a Fini. Il berlusca ha sbarellato.

    RispondiElimina
  3. Il titolo del post andrebbe senza punto interrogativo. Ricordiamoci di come le ha offese il nostro beduino in passato e non c'è stata indignazione, non c'è stato un movimento femminile

    RispondiElimina
  4. Offese dal beduino, ma non solo. Offese anche dal berlusca che è amico di un tipo simile. Ma dov'è finita la nostra dignità di Paese???
    vendiamo il c... per quattro soldi. farsi trattare così è una vergogna!

    RispondiElimina
  5. @angelo azzurro

    Dignità? parola vecchia priva di significato,il nuovo dogma è Businnes,denaro,potere,se x tutto cio si deve passare sopra il cadavere di qualcuno,questo è solo un dettaglio fastidioso.
    Attenzione però perche se un domani non avrai soldi o potere sufficienti,tuo figlio potra far parte degli schiavi,e tua figlia delle veline o escort.
    E' veramente cio che vogliamo x il futuro dei nostri figli?

    RispondiElimina
  6. Se fosse coerente Bossi dovrebbe mandarlo a quel paese senza se e senza ma ... non difendevano i crocefissi a spada tratta, non volevano tutti gli africani a casa loro a pedate nel culo...
    però si sa che quelli della Lega "ce l'hanno duro" solo con i deboli ma contro i forti ...

    RispondiElimina
  7. Secondo me vale lo stesso discorso delle truffe e cioe' "non si puo' truffare un uomo onesto".

    Similmente, Gheddafi puo' fare il ganassa perche' noi siamo sempre pronti a metterci in posizione prona davanti a chiunque.

    RispondiElimina
  8. Ipocrisia genetica dellla sinistra. Bravo Silvio. Sei multiculturale e dai la possibilita´ad un tuo ospite di diffondere il proprio credo. Se lo facesse Bersani gli farebbero un monumento, per le sue ampie ed ALTE vedute, per il suo amore verso le altre religioni, per il suo animo nobile. Invece se lo fai tu (usando le loro stese armi) allora ti danno contro. Pur di affossarti sputerebbero su´ cio´che hanno predicato per decenni. Se tu ad esempio rivalutassi Togliatti e dessi una pensione agli eredi, ti attaccherebbero subito, e direbbero che non e´vero che era IL MIGLIORE (cosa che sappiamo tutti), e che rivaluti un malfatto.

    RispondiElimina
  9. Berlusconi secondo me dovrebbe focalizzarsi un po' di piu' sulla gente che si mette intorno.
    Gia' parte dal un complesso di Alessandro Magno di dimensioni esagerate, il fatto di circodarsi da un circo di cialtroni, nani e ballerine non lo aiuta di certo.

    RispondiElimina
  10. La Libia ha petrolio e gas in quantità industriale e altre nazioni invidiano i rapporti commerciali instaurati tra Italia e Libia ... mah ... ha tutto c'è un limite ...!!!

    Gedafi sta all'islam come berlusconi sta al cristianesimo ... Nun c'azzeccano entrambi ....

    Un saluto festoso

    RispondiElimina
  11. quando nel 2006 Prodi e Dalema avviavano gli accordi concretizzati ora da Berlusconi Gheddafi era un caro amico socialista e pure Fini quando era ministro degli esteri non disdegnava il ricco dittatore e poi, che dire di Farefuturo, Gheddafi che investe in Fiat (e Unicredit) va bene... e questo no? e per chi guarda all'estero: la GB ha liberato un attentatore di Lockerby per trivellare in Libia, quindi se lui viene a Roma e paga di tasca sua per fare il santone che male c'è?

    RispondiElimina