24.8.11

Marcegaglia scendi dal pero e smettila di dire cavolate!


Marcegaglia, scendi da pero che è ora !!!!!!! Se la Marcegaglia smettesse di fare la prima donna, di avanzare pretese assurde, di lanciare ditcat e di sproloquiare ne guadagnerebbe senz'altro l'immagine della Confindustria. Ritassare i capitali scudati è un dovere, visto che si tratta di capitali che hanno evaso il fisco. Mettere una patrimoniale sulle grandi fortune è altrettanto un dovere, perchè non si può pretendere che chi ha di più e vive negli agi e nei privilegi di casta sia mantenuto dai redditi dei pensionati e dei lavoratori dipendenti. Questa donna vive sulla luna, a forza di ingiustizie siamo sull'orlo della rivoluzione. Ha detto testuali parole: " Non tassate i ricchi perchè già pagano troppe tasse" E prtetende che noi le crediamo. Dicw un No deciso a una tassazione come quella a cui vogliono sottoporsi i ricchi manager e imprenditori francesi: "In Italia la situazione è completamente diversa, da noi una tassa di quel tipo servirebbe soltanto a far pagare di più chi le tasse le paga già con un prelievo che complessivamente sfiora il 50%". Lo afferma Marcegaglia, presidente di Confindustria, in un'intervista a Repubblica in cui si dice "totalmente in disaccordo con il contributo di solidarietà" e "contraria a un nuovo scudo e a un altro condono"."A differenza dei francesi abbiamo uno Stato inefficiente e sprecone, una spesa pubblica che è arrivata al 52% del Pil, un'evasione fiscale record", sottolinea Marcegaglia. Di un contributo da parte dei ricchi "sarei disposta a parlarne se in Italia avessi la garanzia che lo Stato si ritirasse, riducesse i suoi confini. Il patrimonio immobiliare pubblico arriva a 500 miliardi di euro. Da noi le società controllate dagli enti locali sono per 4/5 in perdita".
 
La numero uno di Confindustria si esprime negativamente sull'ipotesi di ritassare i capitali scudati avanzata dal Pd, perchè "è incostituzionale". Si dice invece d'accordo con Bersani sul fatto che "le pensioni non servono per fare cassa". Ciò che occorre è "accelerare il superamento delle pensioni di anzianità per una ragione di giustizia tra generazione e di equiparazione con l'Europa, in cambio di una graduale riduzione del carico contributivo a cominciare da quello sui lavoratori più giovani".
 
Marcegaglia chiede poi di di "eliminare la Robin Tax sulle industrie energetiche e di aumentare l'Iva di un punto, al 21%. Sarebbero esclusi tutti i beni di prima necessità - spiega -, nelle casse statali arriverebbero 4,6 miliardi di euro e non vedo proprio, con una crescita stentata allo 0,8%, come possa aumentare l'inflazione". Per la presidente degli industriali "con l'Iva e le pensioni il decreto del governo diventa accettabile, anche se manca del tutto la parte sulla crescita", mentre "della proposta del Pd mi piacciono le liberalizzazioni, la lotta all'evasione fiscale, le politiche sulla crescita e pro-industria". 

enio

16 commenti:

  1. Marcegaglia TACI E PAGA!!! Che se tutti sapessero quanto certi ladroni spendono l'estate per farsi le vacanzine sulle loro barchette da 12 metri in su, altro che contributo di solidarietà!!

    E pensa pure alla sicurezza delle tue fabbrichette, dato che di operai morti e feriti ce ne sono stati un pò troppi.

    E' ora che anche voi,oltre a godervi ville,seconde case,terze macchine e barchette,iniziate a fare sacrifici....non mi sembra difficile da capire....male che vada rinuncerete ad una cena a settimana in un ristorante di lusso(4 persone=400 euro)

    RispondiElimina
  2. marcegaglia ma ti rendi conto di quello che dici... nessuno vuole piu pagare letasse in Italia! vuoi vedere che alla fine pagheranno i soliti noti. Ingiusto. Se ne è accorto anche Famiglia Cristiana e ha parlato di rapina seriale...

    RispondiElimina
  3. L'economia gira se la gente guadagna abbastanza e ha i soldi in tasca per comprare. Oggi i soldi in tasca li hanno solo i proprietari dei capitali scudati e gli evasori fiscali, che di certo non sono nè i dipendenti, nè i pensionati e l'Italia è in RECESSIONE !!!!!

    RispondiElimina
  4. Un paio di cosette:
    - Marcegaglia non è costretta a pagare, non solo può facilmente portare tutto in svizzera ma può anche spostare la sua attività come hanno fatto gran parte degli industriali.
    - L'idea di spendere soldi pubblici per fare contenti gli Italiani, aumentare le tasse, spendere ancora più soldi e via direi che ci porta diretti alla bancarotta e situazione sud americana o medio orientale. Considerato poi che solo Lombardia, Veneto, Emilia, Toscana e Marche (non sono sicuro del Piemonte) pagano allo Stato di più di quanto ritirano, mentre tutti gli altri sono in negativo.

    RispondiElimina
  5. ...questa è la vita. 'ncapo a me penzavo. chi ha avute tanto e chi niente,
    nu rrè, nu magistrate, nu grand'omme, nu politico.
    trasenno stu cancello ha fatto 'o punto ch' 'à pperse pure o vitalizzio.
    la casta e' casta e và rispettata, ma voi perdeste il senso e la misura.
    'è ccose serie è fanno sulo è muorte, vuje site ladre, appartenite 'è vive!

    libero adattamento dalla "Livella di Totò"

    RispondiElimina
  6. comunque un 50% di prelievo fiscale è eccessivo!
    per chiunque!

    RispondiElimina
  7. «Tassaci». E’ il titolo perentorio, sorprendentemente masochistico, di un «manifesto» lanciato da un nugolo di «super ricchi» francesi. Un appello a Nicolas Sarkozy: invocano una nuova imposta di solidarietà, applicata a chi davvero i soldi ce li ha. «Nel momento in cui il deficit di bilancio e le prospettive di peggioramento del debito pubblico minacciano il futuro della Francia e dell’Europa – scrivono i nostri – e nel momento in cui il Governo chiede a tutti uno sforzo di solidarietà, ci sembra necessario contribuire»................... Emma Emma, riuscirete anche voi a dire qualcosa di simile???????

    RispondiElimina
  8. Per me ha paura di cadere dal pero con le chiappe per terra!

    RispondiElimina
  9. Marcegaglia piantala con i tuoi ridicoli proclami... lamenti l'inefficienza dello Stato? Siii, nel non sapere e volere combattere adeguatamente l'evasione fiscale e nel non imporre alle gente come te di mettere a disposizione un proprio concreto ed equo contributo di fronte alla crisi finanziaria in atto.

    RispondiElimina
  10. Se non esistessero i PARASSITI(leggi evasori) il tuo ragionamento sarebbe esatto...purtroppo in Italia ci sono troppi LADRI(chi evade è un ladro) e furbetti, e sembra che la maggior parte della gente tolleri ciò...

    Finchè non cambia il senso civico ci sarà poco da fare, gli onesti continueranno a pagare e i soliti noti a scroccare. La grande truffa di Berlusconi è che ha chiesto agli imprenditori anche micro il voto promettendo questo e quello e poi ha fatto gli affari suoi e dei grandi...

    E la gente ancora non lo ha capito purtroppo che i piccoli o piccolissimi imprenditori questi signori governanti li associano ai poveracci e non ai ricchi industriali ed alle classi agiate..

    RispondiElimina
  11. ... sappiamo tutti chi rappresenta la Mercegaglia! Mi meraviglierei se dicesse il contrario di quello che afferma oggi. Con il Montezemolo, altro riccone che vuole entrare in politica, stanno preparando uno scherzetto agli italiani che il cainano, al confronto, è un santo! Tutto regolare, tutto prevedibile!

    Quello che non è regolare, invece, è che ci siano tanti italioti che a questa gente ci crede! E' successo con il cainano e succederà anche per quella che si prevede una nuova "discesa in campo" dell'ennesimo rappresentante dei ricchi!!! Uno che, per dirla tutta, piace pure a quell'italo canadese che va in giro con il maglioncino ed ha chiesto (e ottenuto) la testa dei lavoratori metalmeccanici. Nulla di buono all'orizzonte!!!

    Ciao Enio e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  12. @carlo

    Montezemolo essendo un uomo Fiat ed essendo la Fiat abituata a prendere tanti soldi dallo Stato e visto che ultimamente ne prende pochi o niente hanno deciso di buttarlo in politica per andarseli a prender direttamente... o almeno di provaeci, Ai ricchi non gle nè è mai fregato dei poveracci e pertanto della maggior parte degli italiani

    RispondiElimina
  13. Una volta almeno avevano Robin....

    RispondiElimina
  14. Con il ventennio di Berlusconi e soci si ha di fatto demolito lo stato.
    Oramai lo stato non controlla nè il territorio nè i cittadini, ognuno fa quello che vuole, paga o non paga, ruba o non ruba, una criminalità organizzata che avanza, cittadini in fondo lasciati soli (non liberi). Ed i più aggressivi e potenti si ingrassano, con i ricatti (Marchionne docet) ed il voto di scambio, i poveracci e bisognosi arretrano, immiseriscono e subiscono.

    Questa non è una Repubblica fondata sul lavoro ed i valori della Resistenza.

    Questa Repubblica è diventata una repubblica africana delle banane.

    RispondiElimina
  15. @Soffio
    proprio poveretta sta Marcegaglia, e c'era pure chi la reputava una persona intelligente all'inizio del suo mandato... una donna in carriera... una donna al "potere"...

    ma dopo queste sue iltime affermazioni è chiara la sua pochezza e la sua inutilità... Che delusione!

    RispondiElimina