6.12.13

Chieti - L'infarto di dieci anni fa


L’infarto è di solito preannunciato da sintomi ben precisi. Su tutti, il dolore al petto, ma anche il senso di forte oppressione sul torace, il capogiro, la sudorazione fredda, nausea, vomito… Ma è anche vero che ci sono casi in cui si presenta senza preavviso. Oppure dopo aver dato segnali così apparentemente innocui, da risultare indecifrabili alla maggior parte delle persone. Se poi si pensa che circa il 20% dei pazienti di infarto non hanno avvertito alcun sintomo, prima dell’evento, si capisce quanto complicato sia individuare con certezza le spie di un infarto del miocardio in arrivo.Quest'anno ricorre il decennale del mio INFARTO. Io me la sono cercata, fumavo come una bestia un paio di pacchetti di sigarette, avevo un lavoro, in laboratorio analisi, che mi procurava stress, avevo il colesterolo a 200, i trigliceridi border line e infine avevo messo qualche chiletto di troppo e zac... un giorno mi hanno dovuto portare all'ospedale.Se ci metti che la fortuna è cieca e la sfiga ci vede benissimo, nell'attesa dei 2 baypass, mi hanno detto che la mia valvola aortica era allo stremo e che nescessitavo di sostituzione immediata della stessa, vi renderete conto di come mi sentissi io in quei giorni. Giorni tremendi in quanto da notizie di TV, si stavano ritirando tutte le valvole "brasiliane" in circolazione i Italia e arrestando i primari dell'ospedale di Padova e quello delle Molinette di Torino e avrete il quadro completo di come mi sentissi durante il tragitto dal reparto alla sala operatoria.Comunque tutto e andato bene e dopo 10 anni sono qui a raccontarvela. Ho ripreso una vita normale e adesso faccio anche qualche partitella a tennis, il doppio.La "valvola" aortica è una "Sorin" costruita dalla Fiat su licenza di una ditta americana.Unico in conveniente che devo controllare il mio PT ogni 15 giorni per fare il fine tuning nell'assunzione giornaliera di una compressa o parte di essa, di Coumadin.

@enio

9 commenti:

  1. Il mio carissimo papa ha avuto due infarti, uno dei quali il primo, quasi fatale.
    Ho vissuto ogni istante di questi eventi non felici e posso dirti che ti capisco molto bene.
    Lui non fumava nè beveva nè mangiava male, eppure ha subito tutto, anche se come sempre è supercoraggioso e se lo dovessi vedere è attivo non si ferma mai, non è abbattuto e vive esattamente come prima, solo con qualche precauzione in più.
    Essere sempre attenti alla propria salute è importante, parlarne è un bene, perchè potrebbe in qualche modo aiutare chi non considera tale eventualità.
    Quindi massima attenzione e apprezziamo la vita con serenità e rispetto e tutto andrà per il meglio.
    Un abbraccio caro Enio.

    RispondiElimina
  2. dieci anni, un battito di ciglia dopo una certa età

    RispondiElimina
  3. Ma meno male, Enio, che sei qui. E pazienza i vari condizionamenti, le compresse, i controlli. E' fastidioso, ma si può sopportare. In bocca al lupo per la tua salute.

    RispondiElimina
  4. Questa non me l'immaginavo proprio! Scherzi del mondo virtuale dove, se non conosci di persona il tuo interlocutore, non pensi che lo stesso possa affrontare quei piccoli e grandi problemi che viviamo nella quotidianità, come quelli della salute.

    Ciao Enio. Però, hai fatto bene a condividere con noi questa storia... magari quelli come me che pur cercando di mantenere una vita sana, trascurano di fare certi controlli che si dovrebbero invece fare, anche per l'età, alla fine si convince che "prevenire è meglio che curare"!

    Ciao Enio e buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è insolito incontrare persone che hanno fatto la nostra esperienza, ieri per esempio ho giocato a tennis per un ora, con un signore, Pietro, che ha fatto la mia stessa operazione. Oggi la tecnica degli interventi è tale che la sostituzione della valvola Aortica avviene senza dover passare dall'apertura dello sterno, tramite l'inserzione intercostale di strumenti chirurgici. Per gli stent (il cosiddetto palloncino stappa arteria) oggi vengono applicati quelli che si riassorbono dopo un paio di mesi e liberano il malato dall'assunzione di Cardioaspirina che può provocare mini ulcere se lo stomaco non viene giornalmente protetto con un'altra compressa... la chirurgia ha fatto passi da gigante, ma io continuo a pensare che è meglio prevenire per non dover poi curare!

      Elimina
  5. Aver compagni al duol...
    Enio il primo dei miei quattro infarti nel 1975, caffè, sigarette, vitto e stress da lavoro. nel 1999 tre baypass e impianto di defibrillatore.
    Dal 1999 niente più caffé, sigarette e poco vitto.
    Statte bene e pensiamo alla salute:

    RispondiElimina
  6. grazie della tua testimonianza per chè spesso non ci si rende conto

    RispondiElimina
  7. te la sei cavata, molto bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io credo di essere stato fortunato sopratutto per quanto riguarda l'infarto...

      Elimina