29.9.15

Chieti - Volkswagen, das Auto



Quì sopra una vecchia pubblicità della Volkswagen, quando il pay-off sfruttava l’immagine di serietà e onestà di una casa automobilistica tedesca. «Volkswagen: c’è da fidarsi». Beh, c’è da dire che quelli erano altri tempi. Poi, qualcuno ha pensato che non fosse il caso di insistere e ha preferito cambiare il software e la conclusione della pubblicità con «Volkswagen, das Auto». In tedesco l’originale in tutte le lingue, stava a significare che la Volkswagen era l’auto con la A maiuscola, il compendio tra tecnologia e correttezza per definizione. Oggi purtroppo sappiamo che la realtà è ben diversa.

@enio

16 commenti:

  1. Il primo colpevole e' il legislatore europeo, che ha scritto norme sotto dettatura dietro pagamento di tangenti da parte dei costruttori. Ci vuole tanto a stabilire che i test siano fatti da enti indipendenti su auto prese a campione dai rivenditori?

    RispondiElimina
  2. Ora la Vokswagen per salvarsi dovrà mettere in discussione tutto il problema delle emissioni industriali nel mondo. Più in generale dovrà promuovere una seria discussione sui fanatismi irrazionali degli ecologisti. Ciarlatani che illudono la gente sulle loro insulse quanto inutili iniziative per frenare il riscaldamento globale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora e'colpa degli ecologisti, non di chi taroccava i test.
      E'proprio vero che in rete si puo'scrivere di tutto.

      Elimina
  3. Va beh, io guido una Fiat e quando cambiero'auto, ricomprero'una Fiat.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava
      io faccio lo stesso per dar lavoro ai nostri giovani

      Elimina
    2. ne sei convinto? allora eliminiamo tutti i modelli stranieri circolanti in Italia?....

      Elimina
    3. Enio, per me le varie Toyota mistusbishi e sticavoloski potrebbero anche fallire.. ma tanti italiani la macchina straniera fa più 'fico' (anche perché diciamolo la Fiat non si è sforzata molto) ma se finalmente riuscisse a sfornare di nuovo modelli familiari decenti sarei contenta se potessero tornare a lavorare un po' di operai italiani!

      Elimina
  4. Una vergognosa vergogna. Sulla affidabilità e sulla serietà in passato della casa automobilistica ho qualche perplessità. I tedeschi hanno sempre avuto fama di correttezza, al contrario degli italiani, e quindi di essere partner ideali negli affari. Ho lavorato per circa 15 anni con la Germania e vi assicuro che le bidonate peggiori le ho avute da loro. Sono ancora in credito nei confronti di alcuni di loro, ma alla fine ho lasciato perdere.
    Detto tutto questo, ho una BMW ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho una Ford a benzina "verde" e pare che anche queste macchine inquinano di benzolo l'atmosfera perchè ogni catalizzatore della marmitta entra in funzione sè è a temperatura altissima e questo avviene dopo un certo numero di chilometri percorsi...

      Elimina
    2. Io mi chiedo (da ignorante) : ma quando siamo costretti, grazie a tutte le varie leggi ecologiche, ogni due anni a portare l'auto a fare il "bollino blu" dove ci controllano fumi, emissioni, e quant'altro.. ebbene, nessuno si è mai accorto che le nostre auto non sono a norma?? Mai una carrozzeria o un'officina che ci abbia detto : la tua auto è fuori dai valori consentiti. Ecologia: bella parola per giustificare un business planetario...

      Elimina
  5. Scusate, non avete capito il problema.

    TUTTE le auto di TUTTE le marche non rispettano i parametri di legge. Questo perché non solo è consentito usare tutti i trucchi possibili ed immaginabili durante le prove su banco ma perché gli organismi che regolano queste materie sono ovviamente conniventi dato che gli Stati incentivano il più possibile l'industria dell'auto in quanto si ritiene che sia il famoso "volano della economia".

    Risultato: se un giorno dovessero mettere in pratica dei test SU STRADA e se li facessero sul serio, TUTTI i modelli di TUTTE le marche sarebbero non-omologati.

    Il richiamo di questi veicoli, per primi quello Volkswagen, può avere due risultati:
    1. tolgono i trucchetti che alterano le prova su banco, tutto il resto rimane uguale, il veicolo continua a non essere omologato (in teoria) come prima.
    2. tolgono i trucchetti ma aggiungono un dispositivo a valle del motore che con qualche procedimento chimico abbatte gli inquinanti nei gas di scarico. In teoria è fattibile ma, posto che deve essere alloggiato da qualche parte all'interno o sotto l'auto, questo dispositivo costa migliaia di euro, moltiplicato per tutte le auto circolanti. Chi paga? Da cui l'esito più probabile sarà una bella sanatoria.

    RispondiElimina
  6. la WW richiamerà migliaia di modelli, (deve far vedere che farà qualcosa altrimenti le sue macchine non avrebbero più un mercato neanche in Europa) eliminerà la centralina che falsifica i dati in caso di verifica e le sue macchine con la nuova centralina ritorneranno sulla strada con le stesse caratteristiche inquinanti di prima:stesse PM10, stesso NO2 e stesse carattertistiche di consumi, ma non avrà più la possibilità di fregiarsi di E5. Sono daccordo con Lorenzo che se facessero un test serio su tutti i modelli in circolazione, con marmitta catalittica vecchia di almeno 2 anni, tutte le macchine circolanti di qualsiasi modello andrebbero fuori parametro.....allora i "soloni", alzerebbero tali soglie e le cose rimarrebbero le stesse di sempre... a rimetterci saremmo solo noi che andremmo a respirare le sostanze inquinanti... l'alternativa sarebbe di andarsene a vivere in alta montagna e camminarse tutti i giorni a piedi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà non ci rimettiamo niente di diverso rispetto ad oggi, rimane tutto cosi come è.

      Viene solo meno la illusione che le auto siano "ecologiche".

      Elimina
  7. Mi sa tanto che anche le emissioni della Kulona in questi giorni siano fuori parametri!!Ed ora la Merkel cosa farà? Dopo l'invito ad assumere le migliaia di "profughi(?)" nelle industrie dell'auto, darà loro il benservito e li rispedirà a casa per... carenza di lavoro? Ormai è chiaro, tutto può succedere in questa europa governata da folli..

    RispondiElimina
  8. consoliamoci, tutto il mondo è paese.....

    RispondiElimina