31.12.08

BUON ANNO

Auguri per un Meraviglioso 2009 ai lettori del mio Blog

Brutto anno il 2008. Meno male che è finito. E' stato un anno di immense trasformazioni, e alcune disastrose. Rischiamo di lasciare ai figli un mondo senza auto, senza General Motors, senza Chrysler, con forti crisi Fiat, Mercedes e compagnia cantando. Un mondo impensabile. Noi pensavamo di creare sempre di più, di lasciare sempre più ricchezza, più soldi, più oggetti del desiderio, e invece la nostra idea di economia non ha retto il crollo delle banche americane, e tutto si è sfasciato. Già l'inizio di questo 2008 non prometteva nulla di buono, a Gennaio a Napoli, la guerra dell'immondizia, diventava una guerra civile, clan contro clan e poi clan contro stato. A Roma l'univesità rifiutava l'ingresso del Papa dopo averlo invitato a tenere un discorso, come se un discorso del Papa fosse disonorevole. E' caduto Prodi, ma la sinistra si era sfasciata prima di lui e lui reggeva un governo fantasma. A Febbraio usciva il libro su Madre Teresa in cui lei dice di aver sempre cercato Dio, ma di non aver mai udito una sua risposta e questo silenzio immergeva la sua anima nel buio spaventoso del dubbio. A Marzo si affacciava il problema Bassolino, il marasma di Napoli cadeva sotto la sua giurisdizione e nonostante ciò lui rifiutava tutti gli inviti ad andarsene, anche lui appartiene alla casta, della sinistra e vuole essere seppellito almeno con la poltrona legata al culo. A Luglio passa il lodo Alfano, da quel momento Berlusconi, nel frattempo eletto con maggioranze bulgare, è al di sopra della giustizia e Di Pietro comincia a chiamarlo Dittatore, una via di mezzo tra Hitler e Videla. Ad Agosto muore Solgenytsyn, testimone dei Gulag: Solgenitsyn sta al Comunismo come Primo Levi sta al Nazismo. A settembre ci accorgiamo di avere troppi stranieri nelle classi elementari,che in gran parte non capiscono l'italiano, che si fa ? A ottobre la polizia fa un controllo in una discoteca di Verona e scopre droga a chili, arresta un centinaio di spacciatori, la città è nel panico: i nostri figli in casa sono dei perfetti sconosciuti. Nello stesso mese si occupano le scuole, e noi tutti a domandarci, ma che fanno sti studenti ? Fanno l'interesse dei baroni ? A novembre crollo dei repubblicani negli USA, vince un negro per gli errori di Bush. Lui recita il mea culpa in faccia al mondo, ha fatto una guerra perchè c'erano armi di distruzione di massa che lui non ha mai trovate e migliaia di persone muoiono mensilmente sotto le sue bombe intelligenti. E dire che i maghetti nelle varie TV, nel 2007, ci avevano detto che da ottobre 2008 tutto si sarebbe aggiustato in Italia, meno dispccupazione, piùsoldi in busta paga, più stabilità e cazzate discorrendo. A novembre invece ci accorgiamo di essere diventati tutti più poveri, il mondo entra in crisi e questa viene prospettata lunga e dolorosa più di quella del '29. Il sistema delle banche americane non ha retto il crollo dei mmutui, i clienti che li avevano accesi, senza offrire garanzie erano milioni, l'insolvenza ha mandato in crisi il sistema e la crisi si è ripercossa sulle nostre banche e nelle nostre aziende in un baleno. Il nostro timore oggi è diventato terrore. Siamo più poveri, più poveri di tutti e per di più senza lavoro, la Fiat a Gennaio terrà a casa tutti i Precari. E' stato l'anno del crollo e della scomparsa dell'Alitalia al suo posto nasce la CAI per volontà di Berlusconi e noi simo ancora in attesa del primo volo, pare ci sarà a Gennaio, e intanto teniamo il fiato sospeso.Intanto i treni dei pendolari continuano ad accusare mezze ore di ritardo, ma fra poco si andrà a Roma da Milano in 3 ore. I primi voli e i primi treni superveloci, sono un segno che possiamo farcela? Allora ben venga il 2009 e zittite Branco, cacciatelo via dalla TV e pregate che non faccia una delle sue mielose previsioni ! Porta sfiga... più di Bagni che commenta una partita alla TV... fateci caso, quando c'è lui si perde...


6 commenti:

  1. Buongiorno! No, non è che il discorso del Papa sia disonorevole. E' che alla Sapienza il Papa sarebbe andato a tenere una "prolusione", che non è un discorso qualsiasi, ma l'indirizzo che l'Università avrebbe dovuto seguire, una precisa indicazione di come avrebbe dovuto agire. E questo non lo può fare nessuno, né il Papa, né il rabbino, né Prodi né Berlusconi. Nessuno. L'Università deve essere un'istituzione libera e laica, il che non vuol dire atea, come tu sai. Vuol dire al di sopra di ogni ideologia e religione, con tutto il rispetto per le ideologie e religioni. Ha fatto benissimo la Sapienza a rifiutare l'intervento papale; non avrebbe dovuto nemmeno richiederlo, per la verità...
    Per il resto, sono d'accordo con te. Ti faccio tanti auguri, sperando in un anno migliore!
    gatta susanna

    RispondiElimina
  2. Riguardo il discorso del Papa, è evidente che solo delle menti deboli e delle culture limitate sentono la necessità di togliere la parola a qualcuno.

    E soprattutto non colgono la contraddizione tra affermare la "laicità" di una istituzione culturale e il fatto che non vi si possano discutere tutte le tesi in libertà ma solo quelle approvate dal "comitato rivoluzionario".

    Ridicoli.

    Riguardo la "crisi", non è una apocalisse ma semplicemente molta gente si è arricchita in maniera truffaldina e adesso hanno montato questa recita per sparire col bottino. Notoriamente quando il problema diventa "pubblico" nessuno si prende delle colpe. D'altra parte se oggi un ingegnere guadagna come un operaio dei tempi di mio padre e invece gli "economisti" maneggiano i miliardi significa che viviamo in un mondo basato sulla fuffa invece che sulla produzione. E la fuffa in soldoni funziona come la bancarella del venditore di sciroppo miracoloso ai tempi del far west.

    RispondiElimina
  3. Auguroni anche a te, caro Enio!

    RispondiElimina
  4. devo dire che hai proprio ragione..bagni porta proprio una sfiga allucinante, oltre ad essere insopportabile..

    RispondiElimina