19.6.10

Inglesi

Se Lippi non ride per la situazione della sua italietta pallonara, Fabio Capello, suo malgrado, ricorderà a lungo il suo 64° compleanno. Dalla sua Inghilterra nessun regalo, anzi. Se già la prestazione contro gli Stati Uniti aveva fatto storcere il naso a molti, ieri sera di fronte all'Algeria i Tre Leoni sono riusciti a fare peggio. Zero a zero contro una squadra tenace ma modesta, zero come le idee in campo di Gerrard e compagni, in una squadra che è solo la lontana ombra di quella che aveva incantato durante le qualificazioni presentandosi in Sudafrica tra le principali favorite. Al «Green Point Stadium» di Città del Capo l'Inghilterra lascia una fetta di Mondiale perchè contro la Slovenia, che ha ben impressionato con gli Usa, non ci sono alternative: o si vince o si torna a casa. Giù il cappello davanti ai ragazzi di Saadane che forse, però, credendoci un pò di più, avrebbero potuto fare il colpaccio. Ma la qualificazione è ancora possibile, Usa permettendo. Capello, come anticipato stamane dalla stampa d'Oltre Manica, boccia Green dopo la papera contro gli Stati Uniti e si affida a quel David James che i tabloid hanno soprannominato Calamity per i suoi errori salvo invocarne la presenza dopo quanto accaduto all'esordio.

9 commenti:

  1. li ho visti giocare poco convinti, come l'Italia pochi tiri in porta e tutti casuali o da fuori area. Non hanno creato grossi pericoli alla porta avversari e c'è da credere che come i nostri eroi, anche questi sono stati sopravvalutati! Capello dovrà guadagnarsi il "pane" o verrà cacciato in malo modo.In questo gli inglesi sono diversi da noi, se perdi vai a casa!

    RispondiElimina
  2. io ho visto un'inghilterra peggio dell'italia..quindi sono speranzoso per domani..

    RispondiElimina
  3. @ale
    Italia inguardabile come l'Inghilterra. Io prima che la partita iniziasse, appena ho sentito che c'era Bagni, ho detto a mia moglie: " se vinciamo dobbiamo soffrire e tanto e se loro tirano anche una sola volta in porta ci bucano".Mi ricordavo il Bagni che commentò Milan juventus, finale coppa dei campioni, persa da quest'ultima (la mia squadra)ai calci di rigore. Io ogni volta che c'è la juve o la nazionale cambio su SKY, quest'anno non ho rnnovato l'abbonamento e all'Italietta pallonara mel gle e incolse.

    RispondiElimina
  4. Ahi, ahi, signor Lippi! Siamo rimasti con due punti, come la Nuova Zelanda! Per i "kiwi" un pareggio storico. Purtroppo i problemi realizzativi dell'attacco azzurro sono rimasti immutati e la situazione di classifica si è fatta complicata, per l'Italia, anche a causa della vittoria del Paraguay. Un gol in fuorigioco di Smeltz e un rigore un pò "farlocco" realizzato da Iaquinta hanno caratterizzato una partita dominata dagli azzurri, sfortunati sul palo di un ottimo Montolivo, ma incapaci di piegare la resistenza della Nuova Zelanda. Il pareggio contro una squadra che ha solo puntato a distruggere più che a costruire, ha quindi complicato la vita alla nostra Nazionale. Una Nazione, quella neozelandese che predilige il rugby e che tuttavia sta facendo progressi anche nel calcio: ha disputato il primo mondiale nel 1982, quando l'Italia vinse il suo terzo titolo. Eppure, davanti al primo ministro John Key (con maglietta degli All White) e a Blatter, i ragazzi di Herbert hanno fermato i campioni del mondo.

    RispondiElimina
  5. La nazionale Italiana rispecchia la Nazione, cioe' e' una "gerontocrazia" (potere di vecchi) gestita sulla base di mafie e mafiette.

    Le prestazioni delle nazionali europee in generale rappresentano il declino della Europa.

    RispondiElimina
  6. Per il giro delle alternaze 4 anni fà toccò all'Europa e quest'anno forse toccherà ad una squadra Sudamericana, olanda permettendo. Le europee stanno fallendo tutte miseramente, non solo l'Italia,ma anche Inghilterra e Germania, tradizionalmente squadre accreditate per la vittoria finale... Il Brasile è forse l'unica delle grandi a non sentire aria di crisi. Dopo la vittoria di misura sulla Corea del Nord, la Seleçao guadagna gli ottavi e ipoteca il primato del girone battendo per 3-1 la Costa d'Avorio con la doppietta del rinato Luis Fabiano ed una rete di Elano.

    RispondiElimina
  7. Qualcosa mi dice che dare per morta una squadra di Capello non è una buona cosa, ha tutto per far bene.
    Cosa certo che non posso dire dell'Italia che non ha convocato neanche i giocatori più bravi e in forma. Che amarezza ...

    un saluto

    RispondiElimina
  8. gli inglesi sono agli ottavi, come secondi del loro girone, dietro gli USA e se la vedranno con la Germania.

    RispondiElimina