15.2.11

Berlusconi a giudizio - Udienza il 6 Aprile

 
Il gip di Milano Cristina Di Censo ha disposto il giudizio immediato per Silvio Berlusconi per i reati di concussione e prostituzione minorile nell'ambito del caso Ruby. Il Gip ha inoltre fissato l'udienza che si terrà davanti alla quarta sezione penale per il prossimo 6 aprile alle ore 9.30. Sussiste la prova evidente per rinviare a giudizio con rito immediato Silvio Berlusconi. E' anche su questa base che il Gip Cristina Di Censo ha diposto il processo con rito immediato per il premier imputato a Milano per concussione e prostituzione minorile nell'ambito del caso Ruby. Il gip di Milano nel rinviare a giudizio con rito immediato Silvio Berlusoni ha ritenuto sussistere la competenza della procura di Milano ad indagare sul caso Ruby. Saranno i giudici Carmen D'Elia, Orsolina De Cristofaro e Giulia Turri i giudici della quarta sezione del tribunale di Milano che comporranno il collegio che giudicherà il premier Silvio Berlusconi il 6 aprile prossimo nel processo con rito immediato disposto oggi dal gip sul caso Ruby.
 
 

17 commenti:

  1. e adesso staremo a vedere...

    Saluti

    RispondiElimina
  2. chi conosce l'ABC del diritto(quindi escluderei un buon 60% di cittadini)sa molto bene che il rito immediato lo si chiede solo con prove EVIDENTI ed INCONFUTABILI.... per esempio lo si chiede per lo spacciatore trovato in piazza a spacciare droga, per il ladro trovato dentro una casa. ERGO....sarà uno spasso(per modo di dire)vedere come Berlusconi e i suoi avvocati/deputati cercheranno di non farlo andare a processo.
    Io un'idea ce l'avrei... asilo politico ad Antigua!!

    RispondiElimina
  3. ... non voleva il processo breve? Più breve di così, dovrebbe esserne contento!

    RispondiElimina
  4. Ecco che gli italiani e le italiane si indignano e vanno in piazza (nessun popolo è in piazza come gli italiani per motivi strumentali) e grida e si scandalizza per questo e per quello in nome delle onestà lese da questo o da quello E UN SUSSULTO di dignità? Macchè è solo la rabbia di non aver potuto presenziare alla festa o alla spartizione della torta o meglio di quel poco che resta di un barile vuoto a forza di rubare e intrallazzare. I PAESI evoluiti quando hanno un problema fanno quadrato qui si cerca di scalzare quello che ha vinto si fa per dire.

    RispondiElimina
  5. L'Italia, il cui popolo già non godeva di grande reputazione internazionale, sta stravincendo la gara del RIDICOLO planetario.

    -Ridicolo che ancora un 30% degli elettori (Lega compresa) creda ad un fantomatico partito dei giudici ed assolva il nano peccatore.

    -Ridicolo che proprio le Carfagna, Minetti e Santanchè si permettano di difendere il capo dal disprezzo del mondo femminile in piazza.

    RispondiElimina
  6. Voglio proprio vedere che farà.
    Spero non il pimpinoto come sempre.

    RispondiElimina
  7. Tutto il nostro "sistema democratico" e' inceppato.
    Direi di smetterla di parlare di Berlusconi per discutere di come eleggere gente che abbia capacita' e moralita' nelle due camere del prlamento (adesso sono tutti nominati dai partiti e non eletti), discutere della norma costituzionale che svincola i parlamentari dal mandato degli elettori (rappresentano la Nazione entita' astratta e non chi li ha in teoria eletti) e infine discutere di come fare in modo che i ministri (che sono per definizione nominati e non eletti) siano gente competente per gli incarichi assegnati.

    Poi possiamo anche discutere dei criteri con i quali viene gestito l'accesso alla magistratura e le seguenti carriere. Il che significa garantire la indipendenza dei magistrati ma anche garantire la loro professionalita' e INDIPENDENZA dalle varie "lobby" politiche ed economiche. Nonche' verificare l'operato e attribuire le responsabilita' in caso di colpa o dolo, come si fa (o si dovrebbe fare) con qualsiasi professionista.

    RispondiElimina
  8. era ora!! E come si dice dalle mie parti: E IO GODO!!!!
    Quel maledetto ponte di comando sta affondando, ci vediamo a fine febbraio col processo Mills(CORRUZIONE),poi Mediatrade(giochetti poco limpidi con i soldi dei diritti Tv),poi Rubygate(CONCUSSIONE e Prostituzione Minorile)... giusto per non farsi mancare nulla
    eh sì,è proprio l'uomo del fare....DEL FARE REATI!!
    E il suo governo dei fatti rimane senza pusher

    RispondiElimina
  9. Poi dicono che non sono di parte sti giudici... Berlusconi a giudizio (sono 15 anni che ci provano senza riuscirci e poi è strano che De Benedetti che ne ha combinate molte di piu di lui, con soldi pubblici non ci sia mai) con grande giubilo dell'Italia parassitaria e ideologizzata.Ma si saranno accorti che il muro è caduto anche se, se ne guardavano bene dal superarlo. Facile fare i comunisti in Italia e non sotto i carri cinesi o russi. E una altra cosa suona strana: dove sono i pacifisti a senso unico sempre pronti contro gli yankee e proni davanti agli invasati islamici che lapidano, torturano. impiccano donne comprese. A proposito quelle di sabato potrebbero andare in piazza a Teheran?

    RispondiElimina
  10. on.le Finocchiaro, tralasciando i conigli, come si spiega che voi magistrati avete sempre un seggio pronto a roma o a bruxelles messo a disposizione dal PD?

    RispondiElimina
  11. Ugo, c'e' un famoso detto secondo il quale essere comunisti a 20 anni e' normale, esserlo ancora a 40 significa essere scemi o in mala fede.

    Cio' detto, quello che sta capitando e' soltanto colpa di Berlusconi e della sua sindrome di Alessandro il Grande. Cioe' la sindrome per cui l'uomo di successo ad un certo punto perde il contatto con la realta' e si proclama Dio.

    D'accordo che le cose che fa adesso saranno una frazione di quelle che faceva 30 o 40 anni fa, d'accordo che le ha sempre fatte e che tutti quelli che conosce fanno come lui. Quindi per lui e' assolutamente "normale".

    Ma uno nella sua posizione deve avere la LUCIDITA' di capire che qualsiasi cosa fa richiede prudenza, diplomazia e discrezione.

    Cosi come non puo' andare ad un incontro dei "grandi" del mondo e dare una pacca sul culo alla signora Merkel come faceva ai bei tempi dei convegni Publitalia, allo stesso modo, chiunque voglia incontrare nel suo privato, lo deve fare con discrezione consona alla sua posizione. E' diverso fare accompaganre una "amica" alla sua residenza rispetto ad aprire i cancelli ad una corte dei miracoli, inclusi amici, cortigiani di ogni sorta e gli inevitabili papponi che arrivano con 12 "amiche" per volta.

    Cosi come lui e' libero di fare regali e donazioni a chiunque, di assumere chi vuole nelle sue aziende (o quelle dei parenti) ma sarebbe meglio evitare di distribuire incarichi politici agli amici e alle "amiche".

    Quindi, d'accordo che la magistratura e' da rifondare.

    Ma il motivo per cui io preferirei che Berlusconi si dimettesse non e' ne' di ordine giudiziario ne' di ordine "morale". Piuttosto ritengo che Alessandro il Grande possa fare il dittatore di qualche repubblica delle banane ma non debba essere il Presidente del Consiglio e nemmeno il leader della maggioranza di governo in Italia. Chi non ha la lucidita' necessaria ad un certo ruolo, meglio che si occupi d'altro.

    RispondiElimina
  12. @Lorenzo
    a parte il fratto che non si dimetterà mai di sua spontanea volontà come spera Bersani,e di passi indietro non ne farà mai, domanda logica? In caso di voto anticipato o dimissioni il centro sinistra è sicuro di vincere la tornata elettorale? E se è sì, chi è il leader che andrebbe alle elezioni guidando il centro sinistra? Oggi ho sentito che Vendola si augura un PD con a capo Rosi Bindi... e FLI che perde un altro senatore(non c'è stata compravendita in questo caso) e rischia di scomparire dalla scena politica che conta... al Senato.i 325 parlamentari sono sempre più vicini... E poi siamo sicuri che il cavaliere non abbia una altro asso nella manica (il certificato medico per esempio) e che sia in grado di farla franca anche stavolta? Io aspetterei perchè l'uomo e coriaceo... ricordiamoci che è stato operato anni fa di prostata al San Raffaele e che è anche portatore di Pece Maker, quindi : erezioni con difficoltà e poco Viagra, perchè la pillola blu aumenta enormemente la pressione... a meno che non si sia fatto impiantare qualche diavoleria cinese!!!!

    RispondiElimina
  13. @Ale
    probabilmente hai anche ragione tu sul fatto dei magistrati in politica... problema trasversale ai partiti (vedi anche l'on Mantovano, Biondi , ecc...), ma penso sia senz'altro meglio questo che candidare il proprio figlio (el trota del Bossi)

    RispondiElimina
  14. @Kilie

    cosìè il pimpinoto????

    RispondiElimina
  15. Enio, e' irrilevante se Berlusconi sia in grado di mirabolanti prestazioni sessuali o no. Questi sono dettagli per i giornali scandalistici e per Repubblica.

    A me non importa niente. Quello che importa e' che uno che fa il Primo Ministro non puo' essere solo un venditore alla Paolo Bitta, deve avere ben chiara la differenza tra la sua persona e il ruolo che interpreta.

    Berlusconi non solo soffre della sindrome di Alessandro ma non capisce la differenza tra Silvio l'imprenditore di successo e Berlusconi il politico, leader della maggioranza e Presidente del Consiglio.

    Voglio dire, io andavo sempre in giro in pantaloni corti e ciabatte in estate ma quando andavo alla Univesita' mi mettevo i pantaloni lunghi, camicia e mocassini. Se a casa mentre guardi la partita in mutande e canotta con la macchia di sugo ti gratti i gioelli di famiglia e fai le puzze, non ti comporti allo stesso modo quando sei in altri contesti.

    E dire "io mi ammazzo di lavoro e quindi quando torno a casa mia faccio quel cavolo che mi pare" e' una affermazione da muratore avvinazzato, non da Presidente.

    Tantopiu' se sei vittima di campagne giustizialiste e denigratorie da parte dei "comunisti". Voglio dire, Galileo non si e' presentato di fronte al tribunale ecclesiastico con due battone e una maglietta cons scritto "dio non esiste".

    Putroppo la verita' e' che Berlusconi e' stato un flop.

    Certo, e' vero che l'Italia e' un campo di macerie radioattive e che tolto di mezzo Berlusconi non abbiamo alternative credibili.

    Torniamo al mio commento iniziale che dovremmo concentrarci sul mettere le pezze ai problemi seri che abbiamo invece di fare questa commedia tipo "la dottoressa al distretto militare".

    Uno dei problemi seri, tra quelli accennati, e' la cosidetta "sinistra", che attualmente in realta' include anche grandi fette di "democristiani".

    RispondiElimina
  16. Perche' la "sinistra" e' un problema? Perche' esiste in un universo fasullo che ha il solo scopo di rassicurare i cretini.

    RispondiElimina