25.9.11

Cicciolina va in pensione !


Ve la ricoradte Cicciolina? E' stata in Parlamento dal 1987 al 1992, cinque anni e una sola legislatura. Ma per l'ex onorevole Ilona Staller, in arte Cicciolina, sta per arrivare il momento di incassare la pensione prevista dalla legge: circa 3mila euro lordi. Il prossimo 26 novembre Cicciolina compirà 60 anni, sarà allora che riceverà il vitalizio maturato come ex onorevole. A onor del vero quello della Staller non è l'unico caso. Anche altri personaggi che si sono affacciati in Parlamento giusto il tempo di un battito di ciglia ricevono lo stesso compenso. E' questo il caso, ad esempio, di Gino Paoli, Pasquale Squitieri, Toni Negri. E non c'è che dire. In un momento storico come questo, dove la crisi economica è imperante, alla popolazione vengono chiesti grandi sacrifici e i privilegi della casta balzano ancor più agli occhi, notizie come queste lasciano l'amaro in bocca. Come si legge sul quotidiano Il Corriere della Sera, la diretta interessata ha detto: 'Pensi che me l'ero persino dimenticato. Ma non mi vergogno, non ho derubato nessuno, quei soldi me li sono meritati'. Spiegando: 'Mi mancavano due mesi di contributi, ai tempi pagai quasi 2 milioni di lire e adesso questo beneficio mi spetta. So che risulta impopolare, ma allora gli italiani dovrebbero cambiare la legge, mica l'ho fatta io. Sarei disposta a versare tutto in beneficenza, ma solo se lo faranno anche gli altri'. Cicciolina non si sente una provilegiata per questo vitalizio e ha affermato: 'Ho lavorato duro, il mio non è stato il bunga bunga di un giorno, ma un ragionamento, una campagna elettorale intelligente. E faticosa. Giravamo per le piazze io, Moana e Ramba, ho perso molti chili per la fatica. E alla fine ho preso 20mila preferenze, seconda solo a Pannella. Gli italiani mi hanno voluta'.
enio

14 commenti:

  1. Non sono i 1500 euro di Cicciolina che ci manderanno in rovina.
    Non so, pensiamo a quanto ci costa la RAI, non solo per via del canone ma per il passivo che mette a bilancio ogni anno.

    RispondiElimina
  2. Cicciolina forse, la pensione, se la merita più di tanti altri, in fondo ha dato molto (ma sarebbe il caso di dire che l'ha data molto), una certa utilità onanistica insomma l'ha avuta a differenza di tanti altri che non sono serviti proprio a niente e che hanno solo preso.

    RispondiElimina
  3. Al di la del soggetto più o meno discusso e discutibile è stata onorevole quindi si piglia i soldini come gli altri "cicciolini" suoi colleghi onorevolissimi.......
    Certo che c'è da fare una marea di considerazioni su quelli che al tempo l'hanno votata...
    E questo, a mio avviso, è molto, ma molto più grave...

    RispondiElimina
  4. Che tristezza. Io all'epoca non potevo votare, ma di certo non l'avrei fatto. Dovrebbero vergognarsi tutti quelli che votano alla cavolo di cane piuttosto!

    Un abbraccio e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  5. @kylie
    La cosa in sè, a mio parere, colpisce di più perchè riguarda una porno star. Ben peggio quando invece ci sono autorevoli professionisti o votati all'idelogia che, solo all'apparenza sembrano essere degni occupanti di quei posti istituzionali, mentre in realtà hanno sempre e solo pensato all'imbottitura del loro portafogli.

    RispondiElimina
  6. Una pensione davvewro sudata! ;-)

    RispondiElimina
  7. Non mi sembra affatto il caso di stigmatizzare la persona, ma la legge si!

    RispondiElimina
  8. Io mi vergognerei a prendere soldi in quel modo.

    RispondiElimina
  9. Ciao Enio e buona giornata. La tipa, una cosa giusta l'ha detta: "...gli italiani dovrebbero cambiare la legge, mica l'ho fatta io...." Infatti, concordo! Non è lei la "dritta" ma sono gli italiani i "fessi". Lavorano 30-35 anni per raggiungere, ad oggi, più o meno 1200 euro di pensione, ad essere fortunati!! Lei, se l'è sfangata con soli 5 anni di "lavoro" (ad essere buoni chiamiamolo lavoro) e si porterà a casa più o meno 1500 euro netti!

    Chi sono i "fessi"?

    Vorrei ricordare a "Lorenzo", inoltre, che sicuramente 1500 euro non ci manderanno in rovina. Tuttavia, non solo è l'importo netto (stimato) perché quello lordo erogato è 3000; non solo è una delle pensioni più basse assegnate, ad oggi, ai parlamentari; in realtà, sono 1.377 ex deputati e 861 ex senatori che foraggiamo con i nostri soldini per aver "lavorato" anche meno dei 5 anni oggi previsti.

    Fatevi due conti, anche solo con importi di 3000 euro come li percepisce la cicciolina e poi ditemi chi sono i "fessi"!!!

    RispondiElimina
  10. @Carlo
    Era già grave il fatto di averla profumatamente pagata per una legislazione, nonostante non abbia fatto un'emerito c@##& ed ora le danno pure una pensione di 3000€!
    Cosa diranno coloro che arrivano a malapena a quella da fame di 500euro? In che schifo di paese viviamo?!Queste sono le cose che andrebbero cambiate per avere un risparmio nei costi della politica e poi dimezzare il numero dei parlamentari che si arricchiscono, oggigiorno in periodo di grande crisi, a spese della comunità. Rivedere anche il Concordato con la Chiesa, che oggi tramite Bagnasco martella i costumi degli italiani e in particolare berlusconi, dimenticandosi di battersi il petto per le centinaia e centinaia di preti pedofili in America e nel mondo... E' ora di diventare un paese serio e noi possiamo farcela!

    RispondiElimina
  11. Ciao Enio e buon pomeriggio!

    Condivido tutto ciò che hai espresso comprese le virgole, tranne.... beh, quando dici che "noi possiamo farcela" permettimi di avere forti dubbi in proposito!

    Vedi, se per "noi" ci si riferisse a noi due più qualche altra decina di bloggers che conosciamo, sono sicuro che non saremmo arrivati neanche al punto in cui siamo!

    Penso che ci saremmo seduti intorno ad un tavolo e "Signori, diamo una bella sistemata a questo sistema e facciamolo girare per il verso giusto!" L'avremmo già fatto!

    Ma non dipende da noi e se siamo al punto in cui siamo, se abbiamo consentito che fosse varata una manovra che ci massacra, se abbiamo consentito che fosse stravolto lo statuto dei lavoratori, se abbiamo consentito di stravolgere il nostro futuro (di 50enni) e reso impossibile quello delle generazioni che verranno (i figli vostri, io per fortuna non ne ho!!), se consentiamo ancora che un'associazione di farabutti e incapaci ci governi a tutti i livelli, se consentiamo che loro continuino a godere di enormi privilegi quando noi non ce la facciamo più, se consentiamo che passi l'ennesima porcata legislativa che ci zittisce tutti e ci scaraventa nell'oblio del non "sapere", e lo consentiremo...

    beh, consentimi di dubitare! Il MALE non sono loro ma noi!!

    RispondiElimina
  12. personalmente, la politica, tutta, mi ha sempre e solo D-I-S-G-U-S-T-A-T-O.

    suerte.

    RispondiElimina
  13. questa legge andrebbe come minimo cambiata e se si volesse veramente ridurre il costo della politica. I soldi li hai presi e tanti mentre svolgevi i tuoi compiti di parlamentare, adesso che c'azzecca la pensione a 60 anni alla cicciolina o ai tanti senatori e parlamentari poco onorevoli che si sono succeduti magari per una sola legislatura? Se proprio non si potesse togliere si potrebbe dare questa pensione al parlamentare che avesse fatto 2 legislature di seguito e vedremmo il numero di questi "profittatori" diminuire sensibilmente e naturalmente portare anche loro tutti, maschi e femmine a 65 anni legandolo al mondo del lavoro.

    RispondiElimina