14.11.11

Io avrei preferito andare a votare

Io avrei preferito, con la caduta del governo e le dimissioni di Berlusconi, andare a votare, perchè così si fa in tempi normali di democrazia, con un sistema polico bipolare. Ma pare che questi non siano tempi normali e dato che l'Italia è sotto scacco delle principale banche, quelle che hanno creato la crisi mondiale e  che speculando sulla borsa di Milano in soli due giorni ci hanno mangiatato svariati niliardi e questa ha un trend che se non verrà stroncato ci porterà nelle stesse condizioni della Grecia in pochissimo tempo. Il presidente Napolitano ha pensato di rivolgersi ad un tecnico, affidandogli l'incarico di formare un nuovo governo e tentare di salvare l'Italia cercando di mettere d'accordo capra e cavoli (PD e PDL) nella speranza che rinfoderino le unghie e appoggino in Parlamento tutti quei tagli che si dovranno fare. Le istituzioni, tutte, sono oggi alla canna del gas e se non si faranno anche sostanziali riforme, si rischia di uccidere il paziente con la cura che gli si andrà a propinare. Dopo consultazioni svolte in tempi record, il presidente della Repubblica ha incaricato, ieri srera, Monti di formare un nuovo governo. Il senatore a vita ha accettato «con riserva», mettendo bene in chiaro di voler procedere «con scrupolo e rapidità» ma senza rinunciare ad ascoltare i partiti, convinto che con «uno sforzo comune» l'Italia «possa uscire dalla crisi», vincendo «la sfida del riscatto». Il Professore non si sbilancia sul tempo necessario a definire il nuovo esecutivo, ma punta dritto al cuore del problema: rilanciare su «sviluppo ed equità».Aspettiamoci nuovi e devastanti sacrifici e amare pillole da ingoiare senza che nessuno possa prendre le nostre parti, se venissimo nuovamente tartassati, perchè la destra e la sinistra hanno garantito un lungo periodo di tregua.  la statuetta del presepe è stata già costruita e posizionata, speriamo solo che gesù Bambino lo consigli per il meglio e che tassi, questa volta, quei ricchi che hanno sempre evitato di pagare con trucchi vari le sacrosante tasse.

enio

16 commenti:

  1. Sui giornali, in questi giorni, è riapparso Prodi, si signori, Prodi Romano, sto pensando che Mario Draghi è il nuovo presidente della Bce e sto pensando che Mario Monti potrebbe essere il nuovo presidente del consiglio d'Italia... Potrebbe sembrare l'inizio di un film horror invece è solo una vecchia rimpatriata tra colleghi: colleghi? Sì, colleghi, tutti e tre sono stati dipendenti di Goldman Sachs, la più grande banca d'affari del mondo che sta facendo fallire il sistema economico mondiale ma ancora di più sta distruggendo l'essere umano inteso come entità fisica pensante. Ci sta facendo credere che risolverà i nostri problemi.
    Problema 1: il debito publico. Prodi ha privatizzato la Banca Centrale Italiana, poi ha guidato la commissione europea, è nato l'euro di proprietà della Bce privata e se la banca centrale è privata il debito sarà sempre pubblico, solo quando la Bce sarà pubblica il debito non esisterà più; ma noi cittadini paghiamo ogni anno decine di milioni di euro di interessi sul debito pubblico, soldi che escono dalle nostre tasche ed entrano nelle tasche delle banche private, quindi credete veramente che i dipendenti di Goldman Sachs alla guida delle più grandi economie del mondo (Italia) e alla guida della Bce vogliano risolvere il problema del debito pubblico?

    Problema 2: una giustiza inefficace, lenta, di parte e al soldo di pochi. Credete veramente che la classe dirigente di cui sopra, che controlla gran parte della magistratura e delle corti europee abbia qualche interesse a cambiare il modo di fare giustizia?

    Problema 3: delocalizzazione e chiusura delle fabbriche in Italia. Sempre la classe dirigente di cui sopra ha inventato la globalizzazione, nello specifico anche l'allargamento dell'Europa, di qui il crescente spostamento delle produzioni nel est asiatico è nel est europeo costringendo i lavoratori locali a contratti aziendali (vedi Fiat) sempre più inadeguati al crescente costo dèlla vita: ormai si accendo prestiti anche solo per comprare una lavatrice. Ci sono degli uomini in Italia (chi legge i loro libri lo sa) che cercano di regolamentare la globalizzazione con forme di protezionismo, uomini che combattono contro l'attuale sistema - giuridico, uomini che stanno cercando di frenare il debito pubblico proponendo diversi sistemi di valutazione della ricchezza: questi uomini domenica saranno costretti a. dimettersi dalla guida del paese. Questo per me è un colpo di stato o un film dell'orrore.

    Francesco

    RispondiElimina
  2. C'è un buco dell'accidenti, quindi bisogna pompare soldi, da dove?

    Ovviamente dai soliti noti più o meno. Poi si spera che legnino un pò anche i privilegiati e i politici ed amici degli amici, ma non dimentichiamoci 2 cose:

    1) Monti per stare in piedi ha bisogno dei voti di questo Parlamento e gli Scilipoti, Cicchitto, D'Alema ecc. li conosciamo ...

    2) Inutile piangere perchè Silvio che ha aggravato di molto la situazione è stato votato da milioni di persone, quindi qualunque cifra richieda Monti i milioni di elettori del PDL se la meriterebbero tripla, purtroppo tocca anche a noi non FI/PDL

    RispondiElimina
  3. Se almeno tutta sta gente dicesse DOVETE invece che DOBBIAMO, quando parla di fare sacrifici.... Ma non provano un po', dico un po', di senso di vergogna a parlare in questo modo?
    Anche Monti, facile parlare di sacrifici dovuti ai nostri figli quando ci si è appena messi in saccoccia 25mila euro SICURI al mese per il prossimo periodo. Ma con che faccia tosta di parlano costoro???

    RispondiElimina
  4. E mi pare che di tagli alla politica non se ne sente parlare o sono diventato sordo e cieco?

    RispondiElimina
  5. Io credo che avessimo poca scelta. Tornare a votare questa classe politica?

    RispondiElimina
  6. Secondo me non abbiamo chiaro il problema.

    Non si tratta del debito ma del fatto che la spesa aumenta più velocemente delle entrate.

    Se per ipotesi in questo istante il debito venisse azzerato, da domani comincerebbe a ricostituirsi.

    Quello che ci viene chiesto dall'estero non è aumentare le entrate, cosa fattibile aumentando le tasse e/o vendendo parte dei beni pubblici ma di riequilibrare la spesa rispetto alla ricchezza prodotta.

    Escludendo di riuscire a produrre più ricchezza nella situazione in cui ci troviamo, non ci rimane che ridurre la spesa.

    RispondiElimina
  7. Anch'io avrei preferito votare, fra mesi o un anno il B potrà dare la colpa delle tasse agli altri e persino diventare Presidente della Repubblica - Dio non voglia -

    RispondiElimina
  8. E vai! finalmente le cose cambieranno! i bocconiani, non i bocchiniani, faranno la guerra a mafie, lobby, parastato, Eni, società autostrade, case farmaceutiche, vaticano, notai, evasori fiscali, privilegiati vari ecc ecc!!! oppure.... lo piglieranno in quel posto sempre e solo gli stessi di sempre.....

    RispondiElimina
  9. Mi sarebbe piaciuto tornare a votare, ma con questa classe politica anche "turandomi il naso" per l'ennesima volta questa volta non avrei saputo dove mettere la croce. Spero si riesca almeno ad avere quella credibilità necessaria e una strada tracciata su cui faticosamente ricominciare ad incamminarsi.

    RispondiElimina
  10. @pOpale

    io penso che la tua speranza e la mia forse non andranno deluse. Con i paletti messi da Silvio, con la Lega all'opposizione, con i distinguo di di Dipietro, con lo spreed che naviga sui 500 punti base, con i BTP venduti al 6,9% non è che di strada ne farà parecchia Monti... poco tempo e il suo Governo verrà dapprima azzoppato e poi affossato. Ti dico questo in tempi non sospetti, ma spero di sbagliarmi!

    RispondiElimina
  11. Ci avevano detto che l'incarico del professore della Bocconi sarebbe stato un toccasana, ma i mercati se ne fregano di SuperMarioBros: borse giù, spread su

    Ma questo spread proprio non lo vuole capire. I barbari sono fuori. Via, raus. È arrivata la Bocconi, la Trilateral, Cernobbio. Ma come diavolo si è permesso di toccare ieri la pericolosissima (almeno così veniva definita fino alla settimana scorsa) quota 500?

    Ueeee ragazzi sveglia, c’è Monti.
    Mario MontiIngrandisci immagine. Ma non avete letto Repubblica ? E il Sole 24ore? o Le Monde ? C’è Monti. Snello, elegante, preparato, sobrio, rassicurante, con il trolley... E la Borsa? Quegli sciagurati ieri si sono azzardati a chiudere con un calo del 2 per cento: peggio dei grandi europei. Ma dove vivono? C’è Monti.

    I mercati, purtroppo, cosa facilmente prevedibile da chi non abbia i paraocchi, se ne infischiano di Berlusconi e di Monti e continuano a speculare...

    RispondiElimina
  12. Non con questa legge elettorale...

    Un abbraccione e buona giornata!

    RispondiElimina
  13. abbiamo il nuovo governo, quello dei professori, capitanato dal professor monti...

    RispondiElimina
  14. POFFARBACCO,un governo senza siliconate,ex dipendenti fininvest,missini riciclati,indagati per furti, riciclagi aggiotaggi et affini, ministri che acquistano case a metà prezzo senza sapere da chi vengono i soldi,smutandate ex ballerine o ex personaggi di calandar...MIRACOLOOOOO ! speriamo che duri e che non ci faccia piangere lacrime di sangue... si dovrà studiare un pò ma con sto opò di professori e presidi il profitto è senz'altro garantito... attenti ai voti dell'Europa, dello spreed e dei bot... magari si rimedia un bel 6

    RispondiElimina
  15. Almeno è gente di cui non ci si bisogna vergognare a mandarli in giro. Poi chiaro, fanno parte di un ben preciso ceto, non sono sicuramente sinistrosi, sono una elite che se l'è semppre passata bene. Non giocano a bocce ma a golf. Non mangiano mortadella ma caviale e quindi faranno gli interessi del loro ceto in primis. Ma sono il meglio che abbiamo visto negli ultimi 20 anni.

    Mo' vediamo quello che fanno. Quanto alla democrazia no problem, se gli elettissimi parlamentari sfiduciano questo governo tanti saluti. Quanto alla coerenza della Lega fate il piacere, sono 10 anni che fanno i romani, al più si può dire che sono coerenti ad essere politicamente (e forse non solo) rozzi. Tutto lo stato maggiore della lega non mette insieme il curriculum lavorativo e di studi di uno solo dei ministri di questo governo.

    W i tecnici

    RispondiElimina
  16. Ecco il governo dei poteri forti in deperimento e mutuo sostentamento: finanza, economia e Vaticano.
    Siamo alla dichiarazione esplicita del fallimento della Costituzione Italiana.
    Evviva!
    Evviva la democrazia!
    Evviva la Repubblica Parlamentare!

    RispondiElimina