4.11.12

Chieti - Adesso ci rubano pure i tombini


A Chieti ormai non c'è più niente da rubare e i ladri fanno ultimamente razzia di tombini, si quelle grate di ghisa che servono a tappare gli scarichi stradali. Questo è quanto l'assessore ai lavori Pubblici Colantonio dichiara nella sua denuncia contro ignoti presentata ai carabinieri. C'è stato un furto di 23 tombini stradali, avvenuto nei fine settimana e a ridosso della festività di Ognissanti. Una delle strade prese di mira è stata la via Ianni, dove ne sono stati asportati ben 3, di cui uno, posto a circa 100 metri prima dell'ingresso del carcere di Madonna del Freddo e uno a 150 metri oltre l'ingresso dello stesso, quasi a voler sfidare la vicinanza della struttura detentiva. La Colonnetta si è ritrovata poi con 4 tombini in meno, altri due sono stati presi nella retrostante via dei Platani. I ladri non hanno tralasciato Chieti Scalo dove tra via Custoza, lo stadio Angelini e l'inizio della frazione Brecciarola hanno rubato decine di elementi. Dato che siamo in piena spending review e i soldi in comune sono sempre di meno, l'amministrazione si deve sobbarcare la spesa per la sostituzione di questi tombini. Ogni tombino da sostituire pare che costi 130 euro più IVA. Quest'anno di questi furti se ne sono verificati altri e i carabinieri dovranno darsi una mossa per scoprire i ladri perchè così non si può più andare avanti perchè  bisogna rimediare alle cavità spuntate sulle varie strade: un pericolo non indifferente per i pedoni e le automobili, soprattutto se inconsapevoli dell'esistenza dei 'buchi' e il comune dovrà mettere mano al portafoglio e ordinarne di nuovi, magari di plastica, ma i buchi vanno tappati al più presto.

5 commenti:

  1. Non solo a Chieti o in Italia in generale rubano i tombini per recuperare il metallo, ma anche a Londra negli ultimi mesi il furto dei metalli sta facendo preoccupare i britannici. L'ultimo, clamoroso furto è quello di una scultura di grandi dimensioni di Barbara Hepworth nel parco londinese di Dulwich. La scultura trafugata, "Due Forme, Cerchio Diviso", evocava quella di un'opera di Henry Moore valutata tre milioni di sterline, rubata dalla Henry Moore Foundation nell'Herthfordsire sei anni fa. E' alta due metri, era stata installata oltre 40 anni fa ed era assicurata per mezzo milione di sterline. I malviventi hanno rotto i cancelli del parco, l'hanno sradicata dalla base e hanno caricato i due blocchi di bronzo su un camion. Inizialmente la polizia aveva pensato che fosse stato un furto su commissione ma si è poi appreso che le due tonnellate di bronzo erano state fuse e vendute per circa 1.500 sterline.C'è un solo sistema per beccare i ladri, mettere una taglia e non certo come fa il nostro assessore, chiosando dalle pagine de IL CENTRO: "aiutateci a beccare i ladri"....

    RispondiElimina
  2. Ciao Enio, non so se tu ti meravigli di questo ma io ormai non lo faccio più per certi scempi che vedo anche qui a Roma.

    RispondiElimina
  3. @ il monticiano

    io non mi meraviglio più di niente, ma rubare tanti tombini, comporta un certo tempo una attrezzatura e un furgone. Strano che non sia stato notato in giro e poi perchè a Chieti, ormai, è la seconda volta r i tombini di scorta sono finiti in magazzino, a sentire l'assessore. Dopo i fili di rame, le grondaie adesso pure i tombini, non se ne può più

    RispondiElimina
  4. Qui rubano i cavi dei treni, le grondaie dai cimiteri, eccetera.

    RispondiElimina
  5. aaaahhhhhaaaaaa se so' arrubati li tombini
    ma in quarche modo dovranno pure da sfamasse gli umani
    bisognerà sentì il parere dei verdi, degli ambientalisti e poi degli animalisti per risorve er problema.
    Speriamo nel frattempo che qualche caporione un po' distratto cadendo nel buco della fogna ce lasci la pelle

    RispondiElimina