21.8.13

Chieti - A proposito di scontrini fisacali


 Lo scontrino fiscale emesso da un bar in piazza San Marco a Venezia e postato su Facebook da un turista che il 17 agosto ha consumato nel locale insieme ad altri sei amici...Poi baristi e ristoratori piangono sempre e si lamentano..........che non ce la fanno, che non guadagnano, e il loro reddito medio é di 15.800€ all'anno. (Fonte: statistiche fiscali sugli studi di settore pubblicate dal Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia) qualcosa non torna........



Al Senato i prezzi non sono come a Venezia. Con questa spesa a CHIETI non si mangia neanche una pizza (semplice). naturalmente da asporto.li: primo,secondo,verdura,bevande,insalata,dolce(è vero manca il digestivo). un pasto mica da ridere. poi vedo(se non sono orbo)che non c'è il numero dello scontrino fiscale. alla faccia della trasparenza e dell'onestà!!

8 commenti:

  1. Adesso capisco dove vanno a mangiare gli sfrattati, i separati, i disoccupati e i ... nullafacenti.

    RispondiElimina

  2. Queste sono le cose che, quando qualcuno te le ricorda, rinnovano il senso di schifezza che si prova nei confronti di questo ns Paese ingiusto e disordinato, preda di faccendieri, cavalieri e ballerine !!!

    RispondiElimina
  3. Se bisogna fare i tagli... ecco, bisogna iniziare proprio da questi, e dalla marea di altri privilegi cui godono i nostri politici. Grillini, che fine avete fatto? Non vogliamo più vedere queste cose! Dateci un taglio!

    RispondiElimina
  4. Certo che c'è una notevole differenza tra gli importi dei due scontrini, ma, secondo me, lo scandalo è nel secondo dove si nota che i nostri cari politici, oltre ad avere stipendi da nababbo, hanno anche agevolazioni rispetto al resto della popolazione.
    Avvisa i tuoi amici che, la prossima volta, se vogliono delle dritte a Venezia, mi contattino. Certo che consumare al Quadri od al Florian in Piazza San Marco, mentre suona l'orchestrina, non è certo Donato. Buon WE.

    RispondiElimina
  5. Lo scontrino fiscale di Venezia non mi scandalizza più di tanto: vuoi prendere un caffè e tre ammazza caffè al tavolo - magari a Piazza San Marco - in alta stagione, quando c'è anche l'orchestrina? Paghi.
    Lo scontrino del Senato, invece, mi va di traverso: ma non li avevano adeguati i prezzi, 'tacci loro???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .... e ci prendono anche per i fondelli! Si pappano 20.000 € al mese di paga, più rimborsi e indennità varie e poi si fanno anche regalare i pranzi. Si, perchè con quei prezzi lì i gestori del ristorante non si pagano nemmeno l'acqua.

      Elimina
  6. anche per me i prezzi, musica inclusa, per consumazioni in piazza S. Marco non distano molto da quelli similari a p.zza Navona a Roma, o piazza del Campo a Siena ecc. - chi non vuol fare 'l'ammaracano' può entrare in uno dei cento e cento locali meno turistici..
    Altro è il discorso per le spese della Camera, hai letto l'articolo di qualche giorno fa?..
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/08/21/otto-mesi-tra-casta-e-anticasta-e-conto-della-camera-continua-a-salire/687892/

    RispondiElimina
  7. sti grandissimi morti de fame

    RispondiElimina