18.2.14

Chieti - Effetto Fornero, crollano le pensioni



Crolla il numero dei nuovi pensionati. Nel 2013 si è registrato un calo di quasi il 20 % rispetto all'anno precedente, per quanto riguarda il numero di persone che, per la prima volta, hanno ricevuto la pensione. Il dato è stato elaborato dall'Inps e prende in considerazione sia i lavoratori dipendenti che gli autonomi, e pure i nuovi assegni sociali. La riforma Fornero, come prevedibile, la tanto temuta «scure Fornero» ha prodotto uno stop forzato a tanti lavoratori che, avendo maturato i requisiti per il collocamento a riposo, con le vecchie norme, non hanno potuto, licenziandosi andare in pensione. La riforma voluta dal ministro del welfare del «governo dei professori» guidato da Mario Monti, infatti, ha esteso il regime contributivo, introducendo il concetto del contributivo pro-rata a partire dal gennaio 2012, e ha inciso sull'assetto complessivo del sistema pensionistico imponendo nuovi requisiti anagrafici e contributivi, il tutto a garanzia del mantenimento in equilibrio del sistema finanziario della previdenza pubblica (ma di fatto ritardando ancora di più l'entrata dei giovani nel mondo del lavoro).


12 commenti:

  1. Fornero o non, ci fanno crepare lavorando con stipendi da fame, per loro, che non sanno neanche cosa sia il lavoro, ci sono le pensioni d'oro....

    RispondiElimina
  2. La ministro Fornero, da brava tecnica ha proposto la legge in parlamento, in base ai suoi studi teorici di statistica ed economia. La maggioranza di allora ha approvato la sua legge. Dopo neanche una settimana i partiti hanno approvato la legge, perché era l'Europa che ce lo chiedeva e perché potevamo finire come la Grecia. Quando si sono accorti l'effetto che la legge aveva sul pensionamento, hanno cominciato a starnazzare tutti che era una legge ingiusta. Accorgersene prima nooo? Questa é la conferma che siamo un paese irrecuperabile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per difendere il buon nome di chi ha studiato economia va detto che non sono i suoi studi ad averle suggerito un pasticcio colossale, ma la sua incapacità, superbia, mancanza di buon senso e di umiltà!

      Elimina
  3. Caro Enio, io mi domando e dico,
    noi che abbiamo ancora da lavorare, che speranza abbiamo?
    Un piccolo saluto, ciao.

    RispondiElimina
  4. Secondo me, statistiche alla mano, hanno formulato la legge sperando che nel frattempo qualcuno morisse. Un ulteriore risparmio.

    RispondiElimina
  5. La cosa più tremenda è proprio questa. Che non si capisce se per incompetenza o se volutamente, nulla si sta facendo da anni per i giovani, mentre le pensioni sono rimaste dallo stesso numero di anni, ferme, immobili, depauperate sempre più del loro potere d'acquisto.

    RispondiElimina
  6. un'ulteriore conferma, se mai ce ne fossse ancora de bisogno, che un 10% de cittadini riesce ad incularsi il restante 90% , con un buon 70% consensiente e gaudente, grazie all'immaginificità del valoroso bobbolo thajano

    RispondiElimina
  7. A parte che il carrozzone dell'Inps non ha diffuso i dati 2011 e 2012 quando, cominciando a circolare notizie di riforme in tal senso, c'è stato un fuggi fuggi generale e, chi poteva, se ne è andato in pensione prima della riforma; a parte il fatto che oggi ci ritroviamo con 60enni felicemente in pensione mentre altri 60enni la pensione non la vedranno mai; a parte che i giovani non solo non vedranno la pensione ma neanche un lavoro stabile, almeno finché non crepiamo noi sul posto di lavoro:

    questi fottuti stramaledetti, i loro "diritti acquisiti" non li hanno modificati di una virgola ed oggi se la ridono dei fessi che si sono fatti scippare perfino la dignità, senza muovere un dito!

    Ciao Enio, buona serata.

    RispondiElimina
  8. Ho fatto un conto spicciolo di tutti i contributi pagati all'Inps dal mio datore di lavoro nei 36 e mezzo che ho lavorato con lui: se li avessi avuti al momento del licenziamento non avrei avuto alcun problema per il futuro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. La pensione , ormai bisognera' vederla come una malattia tipo vaiolo o peste , non la prendera' piu'in nessuno, pian piano ci vaccinano tutti...

    RispondiElimina
  10. Se penso a quando dovrei andare in pensione grazie alla Fornero mi sento male!

    RispondiElimina
  11. Per tappare un buco apri una falla

    RispondiElimina