18.2.18

Manifesti «Prima gli italiani»


 I manifesti sono di Lega e Fratelli d'Italia. Gli slogan quelli ormai famosi, ripetuti da settimane: «Prima gli italiani» e «Qui si fa l'Italia». Ma la foto è quantomeno paradossale, considerato che a lavorare per appendere i cartelloni elettorali è un uomo di colore, verosimilmente extracomunitario, ovvero uno dei «bersagli» degli stessi slogan. Accade a Milano e a denunciare la curiosa situazione è Luca Paladini, il portavoce dei Sentinelli che aveva denunciato anche il fotomontaggio shock della presidente della Camera Laura Boldrini decapitata da “un nigeriano”. Ovviamente il post è diventato subito virale.

9 commenti:

  1. Non bisogna essere particolarmente intelligenti per sapere che gli stranieri regolari che sono in Italia, che sgobbano facendo lavori che gli italiani non vogliono più fare e che pagano le tasse, sono benvenuti e accettati da tutti o quasi e pensate un po', persino dallo stesso Salvini! Ma si sa, il noto copione della sinistra vuole che nonostante ciò si continui a ripetere che la Lega è razzista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovo a concordare in pieno, sebbene io consideri Salvini fascista e razzista!

      Elimina
  2. E chi l'ha detto che quello è un extracomunitario? E se quel signore fosse un nuovo italiano? O se fosse nato in Italia, adottato, ecc.? Secondo me questo articolo potrebbe essere considerato razzista, posto che viene dato per scontato che il fatto di avere la pelle scura implica per forza l'essere extracomunitario o che per lo meno induce a crederlo.

    RispondiElimina
  3. Gli italiani non vogliono più fare i volontari gratis per i partiti!

    RispondiElimina
  4. Sarà in regola l'attacchino o lavora al nero?

    RispondiElimina
  5. Questo post alimenta la confusione semantica.

    1. NON esistono immigrati "regolari", nessuno arriva in Italia fornito di passaporto e visto. Quelli che si considerano "regolari" sono stati tutti "sanati" in virtù di ripetuti "condoni", "sanatorie", "regolarizzazioni" e grazie al fatto che in Italia la Magistratura ritiene di avere anche il potere legislativo, non solo quello giudiziario, quindi "supplisce" al Parlamento sulla base di quello che ritiene giusto e a quanto pare l'immigrazione è giusta. Con lo stesso criterio si potrebbe benissimo dire che in Italia non esiste, che ne so, il furto di biciclette, basterebbe ratificare il "dato di fatto".

    2. gli immigrati non fanno i "lavori che gli Italiani non vogliono fare", semplicemente costano meno e sopportano le forme di caporalato e sotto-occupazione che da noi esistevano negli anni Cinquanta. E' facile da provare, basta andare sui cantieri, che tradizionalmente impiegano la manodopera non qualificata, come successe appunto nel Dopoguerra, quando i contadini meridionali si trasformarono in operai passando per l'edilizia.

    3. Leggo sopra che qualcuno è convinto che nascere in Italia significhi essere italiano. NON E' VERO, almeno fintanto che Soros non riesce a fare approvare il famoso "jus soli". AL CONTRARIO, per essere italiani si può nascere ovunque nel mondo da genitori italiani, oppure si può nascere in Italia da genitori stranieri e chiedere la cittadinanza alla maggiore età.

    4. Alla stessa persona farei notare che un russo è "extracomunitario" ma difficilmente si riconosce dal colore della pelle. Allo stesso modo un giapponese si riconosce ad occhio ma non mi risulta che si lamenti "razzismo" verso i turisti giapponesi. Magari perché i Giapponesi non vengono in Italia a delinquere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito, vorrei ricordarvi uno dei celebri discorsi della signora Boldrini, che ha il coraggio di riproporsi come candidato alle prossime elezioni, un cui ella lamentava come "intollerabile", il fatto che l'Italia accolga con tutti gli onori i turisti stranieri e non gli immigrati. Perché secondo lei dovremmo accogliere tutti allo stesso modo, tutti uguali.

      Alla signora non importa che i turisti vegano coi soldi in mano e vengano per qualche giorno o settimana, per andarsene avendo saldato il conto mentre agli immigrati non solo bisogna pagare tutto noi, compresi i servizi sociali come l'assistenza sanitaria ma sono qui per restare e rendere possibile il famoso "meticciato", che a quanto pare nelle testoline di certi equivale alla Rivoluzione d'Ottobre.

      Nessuno si è mai posto il problema di che lavoro si può dare ad un turista americano o se bisogna dare la cittadinanza a suo figlio. Chissà come mai.

      Lo slogan "prima gli Italiani" è un compromesso. Perché se qualcuno dicesse le cose come stanno, ovvero che il progetto è di fare sparire gli Italiani come Popolo e l'Italia come Nazione, interverrebbe solerte la Magistratura a farlo fuori con uno di quei processi che durano cent'anni e che ammazzerebbero qualsiasi cittadino comune. A dispetto di tutto, compresa la Costituzione che all'articolo 1 non racconta del "lavoro", racconta della "sovranità" che spetta al Popolo. Da cui "populisti" e "sovranisti". Solo questa ironia basterebbe a sgonfiare il palloncino, se avessimo a che fare con persone raziocinanti invece che persone condizionate alla risposta meccanica.

      Elimina
  6. secondo le ultime tendenze mediatiche è pagato da soros e presta attività come volontario coadiuvante di partito facendo finta di accontentarsi di un postarello da parte del partito in regione, provincia, comune, circoscrixzione non appena se ne presenterà l'opportunità

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    Ho messo a vostra disposizione un prestito da 3.000 € a 900.000 € a condizioni molto semplici a un tasso di interesse del 2%. Faccio anche investimenti e prestiti tra individui di ogni tipo, offro crediti a breve, medio e lungo termine. Non sappiamo dei tuoi usi e i nostri trasferimenti sono forniti da una banca per la sicurezza della transazione. Per tutte le tue richieste fai proposte in relazione a tariffe e rate di pagamenti e sarò con il tuo aiuto. Infine per maggiore comprensione, contattami
    danielapetrucci07@gmail.com
    Grazie


    Ciao,
    Ho messo a vostra disposizione un prestito da 3.000 € a 900.000 € a condizioni molto semplici a un tasso di interesse del 2%. Faccio anche investimenti e prestiti tra individui di ogni tipo, offro crediti a breve, medio e lungo termine. Non sappiamo dei tuoi usi e i nostri trasferimenti sono forniti da una banca per la sicurezza della transazione. Per tutte le tue richieste fai proposte in relazione a tariffe e rate di pagamenti e sarò con il tuo aiuto. Infine per maggiore comprensione, contattami
    danielapetrucci07@gmail.com
    Grazie

    Ciao,
    Ho messo a vostra disposizione un prestito da 3.000 € a 900.000 € a condizioni molto semplici a un tasso di interesse del 2%. Faccio anche investimenti e prestiti tra individui di ogni tipo, offro crediti a breve, medio e lungo termine. Non sappiamo dei tuoi usi e i nostri trasferimenti sono forniti da una banca per la sicurezza della transazione. Per tutte le tue richieste fai proposte in relazione a tariffe e rate di pagamenti e sarò con il tuo aiuto. Infine per maggiore comprensione, contattami
    danielapetrucci07@gmail.com
    Grazie

    RispondiElimina