2.4.11

Il Governo paurosamente annaspa !


Su Giappone e Libia e clandestini, in questi ultimi giorni il Governo annaspa paurosamente. Il Governo italiano si trova ad affrontare le sfide più dure, nel momento di maggior debolezza e confusione della legislatura parlamentare. La vicenda di Fukushima, con i rischi atomici, già ha mandato in frantumi i sogni nuclearisti di molti in giro per il mondo, costretti a dover fare i conti con l'insicurezza perenne degli impianti. Tutti l governanti del mondo, dagli Stati Uniti alla Germania, dal Giappone alla Francia, si stanno interrogando sul futuro del pianeta e sulle risorse energetiche. Inevitabile che ne dovesse prendere atto anche il governo italiano, che fino all'altro giorno era convinto di fare saltare il referendum facendo mancare il quorum (del resto in che altra maniera leggere la separazione tra quesiti referendari e voto amministrativo?). Ora. però la tragedia giapponese sta costringendo tutti i cittadini a interrogarsi dentro se stessi e i sondaggi sono radicalmente cambiati, cosicché il governo è all'angolo. Ora, sarà molto probabile che decida di fare qualche modifica all'ultimo momento alla legge sulla ripresa del nucleare, in modo da fare saltare il referendum. Poi si vedrà. Insomma, è la logica del prendere tempo. Così anche sulla guerra in Libia, che sta rischiando di mandare in frantumi la coalizione Pdl+Lega, proprio mentre il premier non riesce  più nemmeno a fare un. rimpasto di governo.C'e' in ballo anche l'invasione via mare dei profughi e la cosa pare riguardi solo noi e il nostro governo è stato messo all'angolo dall'Europa che a parole sembra con noi, con i fatti invece no, nessuno vuole farsi carico di questi "disgraziati".Sulla questione profughi e clandestini, sul pericolo «tsunami umano» come ha detto Berlusconi, a Roma hanno ancora le idee poco chiare. Maroni è per la linea: clandestini nei centri di accoglienza e poi in Tunisia; Berlusconi, su pressione delle regioni del Sud le più interessate, paventa l'ipotesi di concedere a tutti lo status di profughi provvisorio. Ed è chiaro che se dovesse prevalere questa seconda ipotesi i numeri sulle persone da accogliere cambierebbero profondamente. Il numero di  profughi previsti nell'incontro tra governo, regioni e Associazione nazionale dei comuni, potrebbe aumentare e nel tempo o crescere a dismisura. A palazzo Chigi, fino a ieri, avevano tenuto a distinguere tra clandestini, perlopiù tunisini, circa 20 mila, dai 2.500 libici, eritrei e somali che hanno i requisiti di profughi e che non possono essere rimpatriati, ma possono venire ospitati nelle varie regioni. oggi siamo già in una fase interlocutoria da parte del Consiglio dei Ministri e altre ce ne saranno nella prossima settimana dopo che Berlusconi e Maroni si saranno recati a Tunisi per vedere di concordare con il governo locale un eventuale rimpatrio e un minimo di garanzia sui controlli dei nuovi partenti e visti i vari filmati sui TG, dubito che questi colloqui avranno successo.

8 commenti:

  1. Mi ha colpito una frase di Gino Strada "si dice di voler proteggere i civili bombardando e poi questi civili vengono respinti". Stiamo (Europa) facendo schifo

    RispondiElimina
  2. Io non li voglio tra i piedi.
    Pretendo che la Polizia arresti tutti quelli sprovvisti di regolare visto e proceda al rimpatrio immediato, con le buone o con le cattive.

    RispondiElimina
  3. ma perchè parlate senza sapere le cose?

    QUESTI SONO TUTTI, DAL PRIMO ALL' ULTIMO, NIPOTI DI MUBARAK, NIPOTI DI BEN ALI' E NIPOTI DI GHEDDAFI

    E non vorrete mica che rischiamo la crisi diplomatica, vero?

    P.s. andatevi a vedere Berlusconi in Tunisia nel 2009 che dice(inaugurando la sua televisione tunisina): "giovani tunisini venite in Italia, per voi ci sono case e lavoro e cure gratis ".
    E secondo voi sono così cretini da non dare retta al più grande statista degli ultimi 150 anni?

    RispondiElimina
  4. Ghino di Tacco3 aprile 2011 10:38

    Alexander, tu sogni,
    io ero presente a quel discorso, e non disse affatto così, e poi nemmeno parlava tunisino,
    MENO BALLE, SII UOMO.

    RispondiElimina
  5. ah ah,tu eri presente!!
    Sarai stato distratto o addormentato! e per tua informazione quel video lo trovavi sui siti dei giornali italiani(Libero e Giornale esclusi)di pochi giorni fa e su youtube lo trovi tuttora. Vai a vedertelo e poi parla.

    Quindi prima di dire falsità e attaccare me,INFORMATI
    e soprattutto fly down...

    Ma come si fanno a dire certe falsità senza pudore? Con internet le menzogne hanno le gambe corte, non siamo mica a Forum...

    RispondiElimina
  6. Ma si dai, che c'è posto per tutti, belli, buoni, bravi e brutti.
    Ormai qua siamo come in una concessionaria di auto: entri, non paghi, chiavi in mano, e la terra è tua con tante piccole rate...

    RispondiElimina
  7. Il premier ha detto: "lunedì andrò a Tripoli..." Avete capito bene....

    NON Martedì...o Giovedì...o sabato pomeriggio, mercoledì mattina, venerdì sera...ecc....ma...

    ....LUNEDI'...
    ma va a cagar a 'mbecille!

    of course..

    RispondiElimina
  8. Molto sinteticamente la vignetta la dice tutta su cosa è accaduto e su quello che accadrà. Ne vedremo delle belle.

    RispondiElimina