8.10.11

Forza Gnocca

Dopo aver detto, scherzando secondo alcuni, che cambierà nome al suo partito e che sta pensando di chiamarlo: "FORZA GNOCCA", oggi un altro messaggio del premier è stato pubbliocato sul sito dei Promotori della Libertà: "Noi abbiamo i numeri per arrivare in fondo alla legislatura". Stare al governo "è un fardello di cui personalmente mi libererei molto volentieri", ma una crisi di governo "sarebbe l'ultima cosa di cui l'Italia in questo momento ha bisogno". Lo dice Silvio Berlusconi, in un messaggio sul sito dei Promotori della Libertà prima di partire alla volta di Mosca per  presenziare ai festeggiamenti del compleanno del suo amico Putin. A giudizio del premier "anche le elezioni anticipate non servirebbero a nulla", e dunque "purtroppo per la sinistra, non c'è un'alternativa al nostro governo". Anche perchè "noi abbiamo i numeri per arrivare fino in fondo alla legislatura, come prevede la nostra Costituzione. E andremo avanti per completare il nostro programma di riforme". Se non lo tirano giù dalla "cadrega" costui si ripresenterà più forte e pimpante alle prossime elezioni del 2013, statene certi...

enio

11 commenti:

  1. La "carega" come diciamo noi, non la molla di sicuro!

    Un abbraccio e buon week end!

    RispondiElimina
  2. @Kylie

    il cavaliere era partito bene (con le dichiarazioni fatte ai suoi elettori) e sta finendo malissimo (almeno oer quanto ruguarda gli italiani)e c'è solo d'augurarsi che la sua voglia per la "gnocca" ce lo tolga dalle scatole! Ieri alla manifestazione dei giovani, tenutasi in 90 città italiane, si è avuto un segnale tamgibile di quanto impopolare sia lui e il suo governo oggigiorno!La gnocca croce e delizia di noi maschietti lo "brucerà"....

    RispondiElimina
  3. Governare pesa ma è necessario .... (S. Berlusconi)
    Lui lo fa solamente per non finire in galera!e pertanto non mollerà facilmente

    RispondiElimina
  4. Cerchiamo di non ripetere a pappagallo le cose sentite alla TV.
    Berlusconi si è scavato la fossa da solo e la sua vittoria alle prossime elezioni è improbabile.

    Comunque, per la cronaca, il Presidente del Consiglio NON E' ELETTO, è nominato (dal Presidente della Repubblica). Allo stesso modo i Ministri non sono eletti, sono nominati dal Presidente del Consiglio. Il Parlamento di limita a ratificare le nomine tramite la "fiducia".

    Quindi, IN TEORIA, indipendentemente dal risultato delle prossime elezioni, potremmo ancora avere Berlusconi con un incarico governativo.


    Il motivo per cui Berlusconi dice di potere arrivare a fine legislatura è che fintanto che il suo governo incassa la "fiducia" dalla maggioranza in Parlamento, il Presidente della Repubblica non può revocargli il mandato. Questa è la conseguenza della "democrazia bipolare", cioè delle varia forme di voto "maggioritario" che tendono ad aggregare i partiti in grosse coalizioni, per cui i governi diventano "stabili", nel bene e nel male.

    Non conviene a nessuno tra gli eletti attuali di andare alle elezioni.

    RispondiElimina
  5. Ormai pensa di giocare al monopoli ...

    RispondiElimina
  6. Oggi berlusconi è ritornato à parlare alla gente dallo studio televisivo dal quale in passato promise loro che avrebbe fatto dell'Italia una grande nazione e sopratutto moderna. Oggi ha detto che lui non se ne va perchè altrimenti il nostro paese diventerebbe ingovernabile, vale à dire :"italiani votatemi ancora perchè dopo di me cè il caos", bersani vendola di pietro... Sarà bene che gli italiani sappiano che il signor berlusconi prima di entrare in politica disse a montanelli :" Devo scendere in politica, altrimenti mi fanno nero "... Era già sottoposto a indagine. A lui la politica è servita sopratutto per risolvere i suoi problemi giudiziari, pertanto malgrado tutto ciò che stà succedendo al nostro paese, lui non mollerà fino à quando non sarà riuscito ad annullare tutti i suoi processi. Il nostro paese oggi subisce la crisi più degli altri perchè, per il forte debito pubblico e perchè berlusconi si è dimostrato anche incapace di governare, trasformandoci in una repubblica delle banane

    RispondiElimina
  7. Anche se siamo a ottobre del 2011 mi viene in mente il 25 /07 1943 con l'esonero di Mussolini effettuato dal gran consiglio portato avanti da DINO GRANDI . Questa volta l'esonero di berlusconi sarà portato avanti da scaiola e da Beppe Pisanu che si assumono la responsabilità di far cadere questo sgoverno sceso hai più bassi livelli mai raggiunti da nessun politico che si possa chiamare tale.

    RispondiElimina
  8. Se - e sottolineo se - arriva alle elezioni del 2013 io non credo che le rivincerà. Troppo gente ha aperto ochi ed orecchie, per fortuna.

    RispondiElimina
  9. ... personalmente, spero molto in "sorella morte" per liberarcene!

    Ciao Enio e buona giornata. Non sono convinto che alle "prossime" potremmo ritrovarci il Cainano al governo del Paese. Nè lui nè il Pdl che oggi conosciamo. La "destra", così come è stata rappresentanta negli ultimi 3 anni, ha perso parecchi sostenitori anche tra gli italioti che ci hanno creduto.

    E' pur vero, però, che se cade il Cainano non è detto che muoia anche quell'anima "nera" che tende a spostare, con il voto, il Paese a destra. C'è un dna fascista in Italia che è maggioranza. Di poco ma è maggioranza. Già si affacciano sulla scena politica figure prese a prestito dal mondo imprenditoriale. Come il Cainano. Straricchi parlano di entrare in politica, come fece il Cainano. Bastano poche promesse e l'italiota ci ricasca come 20 anni fa e finché a governare politicamente un paese sarà il mondo economico, per noi saranno guai grossi.

    C'è solamente da sperare che il referendum sulla legge elettorale si svolga. Anche su quello, dopo la valanga di firme che li ha investiti, si sta "manovrando" per renderlo nullo e, purtroppo, non è sicuro che forze come il Pd lo difenderanno.

    Per assurdo, ci conviene sperare nella tenuta dell'attuale governo perché se casca, si torna a votare con il "sistema" per cui... scelgono loro chi andrà in Parlamento!

    RispondiElimina
  10. Figurati se quello molla!!! Lo sa benissimo che poi dovrà presentarsi ai VARI processi che ha in corso, andare in galera e finire lo zimbello di tutti, come ora rende noi lo zimbello del mondo intero!!!!
    Ciao
    Bruna

    RispondiElimina
  11. Finchè in Italia il ruolo della opposizione è soltanto quello di far cadere il governo sin dal primo giorno della legislatura l'Italia non potrà andare avanti come tutti desideriamo. Ogni mattina al gionaleradio le interviste dei vari Di Pietro e Bersani sono sempre con le stesse parole "Berlusconi deve andarsene". Qualcosa di costruttivo invece che distruggere serebbe molto più gradito anche dai loro tesserati.

    RispondiElimina